17 Nov 2016
terremoto-italia-centrale

Nuovo decreto terremoto

decreto-11-novembre-2016

Nuovo decreto terremoto, in Gazzetta il testo con gli interventi urgenti in favore delle popolazioni interessate dal sisma verificatosi tra il 26 e il 30 ottobre

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 264 del 11 novembre 2016, il decreto legge n. 205, recante le disposizioni urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi tra il 26 ed il 30 ottobre 2016.

Obiettivo del decreto è garantire un’adeguata assistenza abitativa alle popolazioni delle Regioni colpite dal sisma:

  • Abruzzo
  • Lazio
  • Marche
  • Umbria

Inoltre, in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre, è stata data la possibilità (presentando un’autodichiarazione) di votare nel comune di dimora a tutti gli elettori fuori residenza.

Di seguito analizziamo i punti più significativi del decreto.

Nuovo decreto terremoto: incentivi alle attività agricole e produttive

Al fine di sostenere la continuità produttiva delle attività agricole e zootecniche messe in ginocchio, il decreto autorizza risorse fino all’importo di 500 mila euro per l’anno 2016, nel limite di 10.942.300 euro, per il sostegno dei seguenti settori:

  • latte
  • carne bovina
  • ovicaprino
  • suinicolo

Le imprese che hanno subito danni possono:

  • acquistare o acquisire in locazione macchinari
  • effettuare gli ulteriori interventi urgenti necessari a garantire la prosecuzione della propria attività

Per ottenere il contributo è necessario presentare una perizia tecnica, con:

  • l’asseverazione di un professionista abilitato
  • la documentazione, che attesti la riconducibilità causale diretta dei danni esistenti agli eventi sismici
  • la stima del danno

Nuovo decreto terremoto: interventi immediati sul patrimonio culturale

Per la messa in sicurezza del patrimonio storico e artistico, i Comuni interessati hanno la facoltà di effettuare direttamente gli interventi indispensabili, dandone comunicazione al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Gli enti possono procedere, per affidamenti di importo inferiore a 40 mila euro, mediante affidamento diretto a professionisti idonei, senza ulteriori formalità.

Nuovo decreto terremoto: misure urgenti per le infrastrutture viarie

All’Anas viene attribuito il compito di intervenire con urgenza per la messa in sicurezza e il ripristino della viabilità delle infrastrutture che rientrano nelle sue competenze e di quelle degli enti locali devastati dai ripetuti sismi.

Nuovo decreto terremoto: misure urgenti per lo svolgimento dell’anno scolastico 2016/2017

Il decreto prevede le seguenti misure urgenti per consentire la prosecuzione delle attività didattiche:

  • modalità di composizione delle classi
  • assegnazione del seguente personale :
    • docenti
    • ATA
    • educatori

Nuovo decreto terremoto: interventi di immediata esecuzione

Per gli edifici con danni lievi,  non classificati agibili secondo la procedura AeDES o non utilizzabili secondo procedure speditive, che necessitano soltanto di interventi di immediata riparazione, è possibile effettuare l’immediato ripristino.

Per ottenere il certificato di agibilità è necessario presentare apposito progetto, con:

  • l’asseverazione di un professionista abilitato
  • la documentazione, che attesti la causalità tra il sisma e lo stato della struttura
  • la stima del danno

Lacia un Commento